spiegazione della genesi


29 Così, quando Dio distrusse le città della valle, Dio si ricordò di Abramo e fece sfuggire Lot alla catastrofe, mentre distruggeva le città nelle quali Lot aveva abitato. 2 Rispose la donna al serpente: «Dei frutti degli alberi del giardino noi possiamo mangiare, 3 ma del frutto dell'albero che sta in mezzo al giardino Dio ha detto: Non ne dovete mangiare e non lo dovete toccare, altrimenti morirete». Essa concepì da lui. Allora egli condusse con sé i due figli Manasse ed Efraim. La voce del sangue di tuo fratello grida a me dal suolo! 13 Questi sono i nomi dei figli d'Ismaele, con il loro elenco in ordine di generazione: il primogenito di Ismaele è Nebaiòt, poi Kedar, Adbeèl, Mibsam, 14 Misma, Duma, Massa, 15 Adad, Tema, Ietur, Nafis e Kedma. Gli Ebrei chiamano il P. Tōrāh (termine che propriamente significa «insegnamento», ... Nella Bibbia, primo dei patriarchi e capostipite del popolo ebreo e di quello arabo. 52 Quando il servo di Abramo udì le loro parole, si prostrò a terra davanti al Signore. 7 All'armento corse lui stesso, Abramo, prese un vitello tenero e buono e lo diede al servo, che si affrettò a prepararlo. 25 Lungi da te il far morire il giusto con l'empio, così che il giusto sia trattato come l'empio; lungi da te! 39 Poi morì Baal-Canan, figlio di Acbor, e regnò al suo posto Adar: la sua città si chiama Pau e la moglie si chiamava Meetabel, figlia di Matred, da Me-Zaab. 22 Enoch camminò con Dio; dopo aver generato Matusalemme, visse ancora per trecento anni e generò figli e figlie. 7 Abramo si alzò, si prostrò davanti alla gente del paese, davanti agli Hittiti e parlò loro: 8 «Se è secondo il vostro desiderio che io porti via il mio morto e lo seppellisca, ascoltatemi e insistete per me presso Efron, figlio di Zocar, 9 perché mi dia la sua caverna di Macpela, che è all'estremità del suo campo. 22 Dio terminò così di parlare con lui e, salendo in alto, lasciò Abramo. 26 Vedendo che non riusciva a vincerlo, lo colpì all'articolazione del femore e l'articolazione del femore di Giacobbe si slogò, mentre continuava a lottare con lui. 30 A tutte le bestie selvatiche, a tutti gli uccelli del cielo e a tutti gli esseri che strisciano sulla terra e nei quali è alito di vita, io do in cibo ogni erba verde». 62 Intanto Isacco rientrava dal pozzo di Lacai-Roi; abitava infatti nel territorio del Negheb. 1 Ora Giacobbe seppe che in Egitto c'era il grano; perciò disse ai figli: «Perché state a guardarvi l'un l'altro?». 10 Lo narrò dunque al padre e ai fratelli e il padre lo rimproverò e gli disse: «Che sogno è questo che hai fatto! 8 Ma Noè trovò grazia agli occhi del Signore. Efron l'Hittita rispose ad Abramo, mentre lo ascoltavano gli Hittiti, quanti entravano per la porta della sua città, e disse: 11 «Ascolta me, piuttosto, mio signore: ti cedo il campo con la caverna che vi si trova, in presenza dei figli del mio popolo te la cedo: seppellisci il tuo morto». 2 Allora il Signore fu con Giuseppe: a lui tutto riusciva bene e rimase nella casa dell'Egiziano, suo padrone. Tutte le persone della famiglia di Giacobbe, che entrarono in Egitto, sono settanta. 22 Allora si mosse di là e scavò un altro pozzo, per il quale non litigarono; allora egli lo chiamò Recobòt e disse: «Ora il Signore ci ha dato spazio libero perché noi prosperiamo nel paese». Gen 1 con il racconto dei sette giorni, e Gen 2 con il giardino e l’uomo fatto dalla terra. 13 Dio scomparve da lui, nel luogo dove gli aveva parlato. Il contenuto può ... gènesi [Der. I più non credono decisive le ragioni addotte dall'antropologia contro l'universalità umana del diluvio (v. sotto). Questi sono i capi di Elifaz nel paese di Edom: questi sono i figli di Ada. ... religione Numero sacro in quanto multiplo di sette, donde le 70 nazioni della tavola etnografica della Genesi, i 70 anziani di Israele, i 70 anni (o settimane di anni) dell’apocalittica, i 70 (o 72) discepoli di Gesù. 18 E i suoi fratelli andarono e si gettarono a terra davanti a lui e dissero: «Eccoci tuoi schiavi!». 12 Poi Esaù disse: «Leviamo l'accampamento e mettiamoci in viaggio: io camminerò davanti a te». 19 Tutti i viventi e tutto il bestiame e tutti gli uccelli e tutti i rettili che strisciano sulla terra, secondo la loro specie, uscirono dall'arca. 5 Simeone e Levi sono fratelli, strumenti di violenza sono i loro coltelli. Eppure gli ho partorito un figlio nella sua vecchiaia!». 41 Vent'anni sono stato in casa tua: ho servito quattordici anni per le tue due figlie e sei anni per il tuo gregge e tu hai cambiato il mio salario dieci volte. 25 Distrusse queste città e tutta la valle con tutti gli abitanti delle città e la vegetazione del suolo. 3 Al mattino, fattosi chiaro, quegli uomini furono fatti partire con i loro asini. Sommerse almeno tutta la terra allora abitata, sì che colpì tutto il genere umano? Poi partì e ritornò a casa. Allora ricorrono a lui per vettovaglie egiziani e stranieri, e fra questi anche i fratelli, a cui non si dà a riconoscere se non dopo averne provati i sentimenti di sincera affezione verso l'ultimo, fratello uterino di Giuseppe, e verso il vecchio padre comune. 3 Giacobbe al vederli disse: «Questo è l'accampamento di Dio» e chiamò quel luogo Macanaim. 11 Dopo la morte di Abramo, Dio benedisse il figlio di lui Isacco e Isacco abitò presso il pozzo di Lacai-Roi. Furono figli di Perez: Chezron e Amul. 5 Anzi, Dio sa che quando voi ne mangiaste, si aprirebbero i vostri occhi e diventereste come Dio, conoscendo il bene e il male». Rispose: «Lo sono». 8 Allora Abimèlech si alzò di mattina presto e chiamò tutti i suoi servi, ai quali riferì tutte queste cose, e quegli uomini si impaurirono molto. 17 Poi mise in mano al suo figlio Giacobbe il piatto e il pane che aveva preparato. 27 I fanciulli crebbero ed Esaù divenne abile nella caccia, un uomo della steppa, mentre Giacobbe era un uomo tranquillo, che dimorava sotto le tende. Isacco aveva sessant'anni quando essi nacquero. - Una delle più belle pagine della letteratura umana per candore ed efficacia di narrazione, drammaticità di effetto, profondità psicologica ed elevatezza morale; ha tutto un colore egiziano, del paese cioè dove si svolge in massima parte la scena. 15 Non siamo forse tenute in conto di straniere da parte sua, dal momento che ci ha vendute e si è anche mangiato il nostro danaro? 19 E Dio disse: «No, Sara, tua moglie, ti partorirà un figlio e lo chiamerai Isacco. 51 Soggiunse Làbano a Giacobbe: «Ecco questo mucchio ed ecco questa stele, che io ho eretta tra me e te. 20 Ma i pastori di Gerar litigarono con i pastori di Isacco, dicendo: «L'acqua è nostra!». 24 Quando poi si compì per lei il tempo di partorire, ecco due gemelli erano nel suo grembo. Giacobbe rispose: «Non ti lascerò, se non mi avrai benedetto!». 20 Il padrone di Giuseppe lo prese e lo mise nella prigione, dove erano detenuti i carcerati del re. 11 Egli lega alla vite il suo asinello e a scelta vite il figlio della sua asina, lava nel vino la veste e nel sangue dell'uva il manto; 12 lucidi ha gli occhi per il vino e bianchi i denti per il latte. 17 Il maggiordomo fece come Giuseppe aveva ordinato e introdusse quegli uomini nella casa di Giuseppe. 23 Di là andò a Bersabea. Vieni quaggiù presso di me e non tardare. 4 Poi disse a Camor suo padre: «Prendimi in moglie questa ragazza». 24 Anche la sua concubina, chiamata Reuma, partorì figli: Tebach, Gacam, Tacas e Maaca. È la storia delle origini, più esattamente la preistoria del popolo ebreo, iniziata sin dalle origini dell'uman genere, anzi del mondo intero, e inquadrata nella trama di dieci genealogie (nel testo ebraico tōledōt, in greco γένησις) di patriarchi e di popoli. 30 Allora imbandì loro un convito e mangiarono e bevvero. Le origini (Gen., I-XI). Ora Giuseppe riferì al loro padre i pettegolezzi sul loro conto. 13 Poi li prese tutti e due, Efraim con la sua destra, alla sinistra di Israele, e Manasse con la sua sinistra, alla destra di Israele, e li avvicinò a lui. Hai eluso la mia attenzione e hai condotto via le mie figlie come prigioniere di guerra! 16 Quando Giuseppe ebbe visto Beniamino con loro, disse al suo maggiordomo: «Conduci questi uomini in casa, macella quello che occorre e prepara, perché questi uomini mangeranno con me a mezzogiorno». E la luce fu. Il primo libro del Pentateuco, che la traduzione greca detta dei Settanta e la patristica designano con il nome di GENESI, narra la creazione del mondo, la storia dell'Eden, la storia primitiva e la storia dei patriarchi fino alla morte di Giuseppe in Egitto.La GENESI ebbe nel Medioevo un'importanza ... Primo libro della Bibbia, chiamato dagli Ebrei berêšit (che è la prima parola del testo: " nel principio "). 6 Voi stesse sapete che io ho servito vostro padre con tutte le forze, 7 mentre vostro padre si è beffato di me e ha cambiato dieci volte il mio salario; ma Dio non gli ha permesso di farmi del male. Costui è il padre dei Moabiti che esistono fino ad oggi. 8 Dio disse a Noè e ai sui figli con lui: 9 «Quanto a me, ecco io stabilisco la mia alleanza coni vostri discendenti dopo di voi; 10 con ogni essere vivente che è con voi, uccelli, bestiame e bestie selvatiche, con tutti gli animali che sono usciti dall'arca. 4 Ma le vacche brutte di aspetto e magre divorarono le sette vacche belle di aspetto e grasse. 10 Dio gli disse: Non ti chiamerai più Giacobbe, ma Israele sarà il tuo nome». 19 Rispose Làbano: «Preferisco darla a te piuttosto che a un estraneo. E fu sera e fu mattina: sesto giorno. Genesi 37-50, la storia di Giuseppe, è racconto sapienziale. 26 Disse poi: Canaan sia suo schiavo! 5 Non è forse questa la coppa in cui beve il mio signore e per mezzo della quale egli suole trarre i presagi? In forza di essa la creazione del mondo dal nulla è stata sempre uno dei cardini più inconcussi delle credenze giudaiche e cristiane. 13 Ma il Signore disse ad Abramo: «Perché Sara ha riso dicendo: Potrò davvero partorire, mentre sono vecchia? Al tempo fissato tornerò da te alla stessa data e Sara avrà un figlio». 19 Perché dovremmo perire sotto i tuoi occhi, noi e la nostra terra? I suoi fratelli lo ascoltarono. 24 Sette volte sarà vendicato Caino ma Lamech settantasette». 23 Allora Abramo prese Ismaele suo figlio e tutti i nati nella sua casa e tutti quelli comperati con il suo denaro, tutti i maschi appartenenti al personale della casa di Abramo, e circoncise la carne del loro membro in quello stesso giorno, come Dio gli aveva detto. 7 Per questo sorse una lite tra i mandriani di Abram e i mandriani di Lot, mentre i Cananei e i Perizziti abitavano allora nel paese. 35 Concepì ancora e partorì un figlio e disse: «Questa volta loderò il Signore». Così io bevvi ed essa diede da bere anche ai cammelli. 16 L'arco sarà sulle nubi e io lo guarderò per ricordare l'alleanza eterna tra Dio e ogni essere che vive in ogni carne che è sulla terra». 4 Soltanto non mangerete la carne con la sua vita, cioè il suo sangue. Abramo sarebbe nato dopo il diluvio, secondo l'ebraico 290 anni, secondo il samaritano 940, secondo i LXX 1070. 6 Dio disse: «Sia il firmamento in mezzo alle acque per separare le acque dalle acque». 1 Allora Isacco chiamò Giacobbe, lo benedisse e gli diede questo comando: «Tu non devi prender moglie tra le figlie di Canaan. 2 Sara concepì e partorì ad Abramo un figlio nella vecchiaia, nel tempo che Dio aveva fissato. Piuttosto pallida, in confronto degli altri due, è la figura d'Isacco, amante di pace, di solitudine e di selvaggina. Raccontatemi dunque». 17 Questi i figli di Reuel, figlio di Esaù: il capo di Naat, il capo di Zerach, il capo di Samma, il capo di Mizza. 6 Essi presero il loro bestiame e tutti i beni che avevano acquistati nel paese di Canaan e vennero in Egitto; Giacobbe cioè e con lui tutti i suoi discendenti; 7 i suoi figli e i nipoti, le sue figlie e le nipoti, tutti i suoi discendenti egli condusse con sé in Egitto. 14 La tua discendenza sarà come la polvere della terra e ti estenderai a occidente e ad oriente, a settentrione e a mezzogiorno. 12 Egli sarà come un onagro; la sua mano sarà contro tutti e la mano di tutti contro di lui e abiterà di fronte a tutti i suoi fratelli». 5 Ma se tu non lo lasci partire, noi non ci andremo, perché quell'uomo ci ha detto: Non verrete alla mia presenza, se non avrete con voi il vostro fratello!». 3 Ebbene, prendi le tue armi, la tua farètra e il tuo arco, esci in campagna e prendi per me della selvaggina. Così egli si coricò con lei quella notte. 34 Giacobbe diede ad Esaù il pane e la minestra di lenticchie; questi mangiò e bevve, poi si alzò e se ne andò. 4 Ma il serpente disse alla donna: «Non morirete affatto! Abramo aveva generato Isacco. 29 Ecco stanno per venire sette anni, in cui sarà grande abbondanza in tutto il paese d'Egitto. 31 Alzatisi di buon mattino, si prestarono giuramento l'un l'altro, poi Isacco li congedò e partirono da lui in pace. 19 Allora il Signore Dio plasmò dal suolo ogni sorta di bestie selvatiche e tutti gli uccelli del cielo e li condusse all'uomo, per vedere come li avrebbe chiamati: in qualunque modo l'uomo avesse chiamato ognuno degli esseri viventi, quello doveva essere il suo nome. 19 Infatti io l'ho scelto, perché egli obblighi i suoi figli e la sua famiglia dopo di lui ad osservare la via del Signore e ad agire con giustizia e diritto, perché il Signore realizzi per Abramo quanto gli ha promesso». Proseguirono tutt'e due insieme; 9 così arrivarono al luogo che Dio gli aveva indicato; qui Abramo costruì l'altare, collocò la legna, legò il figlio Isacco e lo depose sull'altare, sopra la legna. Dio fece passare un vento sulla terra e le acque si abbassarono. Quando gli si fu seduta di fronte, egli alzò la voce e pianse. 6 Gli rispose Abramo: «Guardati dal ricondurre là mio figlio! 32 Ma il tuo servo si è reso garante del giovinetto presso mio padre: Se non te lo ricondurrò, sarò colpevole verso mio padre per tutta la vita. 8 Degli animali mondi e di quelli immondi, degli uccelli e di tutti gli esseri che strisciano sul suolo 9 entrarono a due a due con Noè nell'arca, maschio e femmina, come Dio aveva comandato a Noè. Ecco ora ci si domanda conto del suo sangue». 40 Quanto alle pecore, Giacobbe le separò e fece sì che le bestie avessero davanti a sé gli animali striati e tutti quelli di colore scuro del gregge di Làbano. Tale la vita dei patriarchi in Palestina per circa due secoli. - Hanno relazione specialmente con la letteratura sumero-accadica (v. babilonia, V, p. 745 segg. 5 Poi si addormentò e sognò una seconda volta: ecco sette spighe spuntavano da un unico stelo, grosse e belle. Ora alzati, parti da questo paese e torna nella tua patria!». 31 Riprese: «Vedi come ardisco parlare al mio Signore! 10 Non sarà tolto lo scettro da Giuda nè il bastone del comando tra i suoi piedi, finché verrà colui al quale esso appartiene e a cui è dovuta l'obbedienza dei popoli. 13 Allora Abramo alzò gli occhi e vide un ariete impigliato con le corna in un cespuglio. V. diluvio; noè. 5 Permettete che vada a prendere un boccone di pane e rinfrancatevi il cuore; dopo, potrete proseguire, perché è ben per questo che voi siete passati dal vostro servo». 5 Il Signore vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che ogni disegno concepito dal loro cuore non era altro che male. Per il periodo posteriore al diluvio, la medesima tavoletta 444 e Beroso registrano ancora dinastie di regni e re con la rispettiva durata. Noi siamo sinceri. 8 Poi Abramo spirò e morì in felice canizie, vecchio e sazio di giorni, e si riunì ai suoi antenati. Genesi è un testo molto ricco dal punto di vista spirituale, teologico, antropologico, quindi non ci sarà il tempo per commentarlo versetto per versetto, ma vi darò alcune indicazioni che poi possono servire per la riflessione personale. 14 Ma la nazione che essi avranno servito, la giudicherò io: dopo, essi usciranno con grandi ricchezze. Si avvicinarono e disse loro: «Io sono Giuseppe, il vostro fratello, che voi avete venduto per l'Egitto. 22 Ora i figli si urtavano nel suo seno ed essa esclamò: «Se è così, perché questo?». Il genero, i tuoi figli, le tue figlie e quanti hai in città, falli uscire da questo luogo. 7 Giacobbe aveva obbedito al padre e alla madre ed era partito per Paddan-Aram. 17 Giuseppe notò che il padre aveva posato la destra sul capo di Efraim e ciò gli spiacque. Perdona dunque il delitto dei servi del Dio di tuo padre!». 21 Enoch aveva sessantacinque anni quando generò Matusalemme. 1 Dopo queste cose il coppiere del re d'Egitto e il panettiere offesero il loro padrone, il re d'Egitto. Perciò lo chiamò Nèftali. Lungi dai tuoi servi il fare una tale cosa! 29 Ora Rebecca aveva un fratello chiamato Làbano e Làbano corse fuori da quell'uomo al pozzo. 7 Il Signore apparve ad Abram e gli disse: «Alla tua discendenza io darò questo paese». 24 Gli rispose: «Io sono figlia di Betuèl, il figlio che Milca partorì a Nacor». 2 Gli apparve il Signore e gli disse: «Non scendere in Egitto, abita nel paese che io ti indicherò. Qui è in germe l'idea cristiana del Redentore e della redenzione. La terra sulla quale tu sei coricato la darò a te e alla tua discendenza. 32 La proprietà del campo e della caverna che si trova in esso proveniva dagli Hittiti. 10 Allora Lot alzò gli occhi e vide che tutta la valle del Giordano era un luogo irrigato da ogni parte - prima che il Signore distruggesse Sòdoma e Gomorra -; era come il giardino del Signore, come il paese d'Egitto, fino ai pressi di Zoar. 5 Ora Rebecca ascoltava, mentre Isacco parlava al figlio Esaù. 48 Làbano disse: «Questo mucchio sia oggi un testimonio tra me e te» per questo lo chiamò Gal-Ed 49 e anche Mizpa, perché disse: «Il Signore starà di vedetta tra me e te, quando noi non ci vedremo più l'un l'altro. Lo fece dunque partire dalla valle di Ebron ed egli arrivò a Sichem. 5 Ora, in una medesima notte, il coppiere e il panettiere del re d'Egitto, che erano detenuti nella prigione, ebbero tutti e due un sogno, ciascuno il suo sogno, che aveva un significato particolare. 21 Egli abitò nel deserto di Paran e sua madre gli prese una moglie del paese d'Egitto. Costui è il padre degli Ammoniti che esistono fino ad oggi. 2 Allora Abramo disse al suo servo, il più anziano della sua casa, che aveva potere su tutti i suoi beni: «Metti la mano sotto la mia coscia 3 e ti farò giurare per il Signore, Dio del cielo e Dio della terra, che non prenderai per mio figlio una moglie tra le figlie dei Cananei, in mezzo ai quali abito, 4 ma che andrai al mio paese, nella mia patria, a scegliere una moglie per mio figlio Isacco». 12 Essa lo afferrò per la veste, dicendo: «Unisciti a me!». 7 Quelli gli dissero: «Perché il mio signore dice queste cose? 6 Egli credette al Signore, che glielo accreditò come giustizia. 9 Poi Abram levò la tenda per accamparsi nel Negheb. Perciò lo chiamò Zàbulon. È l'epoca in cui l'Oriente comincia per noi ad entrare nella luce della storia, grazie ai documenti esumati in copia nella valle del Nilo, sulle rive del Tigri e in Cappadocia, al centro dell'impero hittita. Intanto Sara stava ad ascoltare all'ingresso della tenda ed era dietro di lui. 21 Quanto al popolo, egli lo fece passare nelle città da un capo all'altro della frontiera egiziana. 11 Ma l'angelo del Signore lo chiamò dal cielo e gli disse: «Abramo, Abramo!». Genesi 1. 18 Noè uscì con i figli, la moglie e le mogli dei figli. 5 Ma il Signore scese a vedere la città e la torre che gli uomini stavano costruendo. 27 Finisci questa settimana nuziale, poi ti darò anche quest'altra per il servizio che tu presterai presso di me per altri sette anni». 36 Così le due figlie di Lot concepirono dal loro padre. La sorella di Tubalkàin fu Naama. Authors; Authors and affiliations; Antonio Imbasciati; Chapter. 11 Fece inginocchiare i cammelli fuori della città, presso il pozzo d'acqua, nell'ora della sera, quando le donne escono ad attingere. 25 Allora egli costruì in quel luogo un altare e invocò il nome del Signore; lì piantò la tenda. Siano così messe alla prova le vostre parole, per sapere se la verità è dalla vostra parte. 19 Quando il padrone udì le parole di sua moglie che gli parlava: «Proprio così mi ha fatto il tuo servo!», si accese d'ira. Ma la sua saviezza, per cui previde terribili carestie e indicò i mezzi di prevenirle, lo porta all'alto seggio di viceré di Egitto. 43 Poi lo fece montare sul suo secondo carro e davanti a lui si gridava: «Abrech». E il faraone si svegliò. Per quali vie, non è certo. Poi tornò e parlò con essi. 30 Perché il poco che avevi prima della mia venuta è cresciuto oltre misura e il Signore ti ha benedetto sui miei passi. Questi sono i capi degli Hurriti, figli di Seir, nel paese di Edom. Non guardare indietro e non fermarti dentro la valle: fuggi sulle montagne, per non essere travolto!». 14 Issacar è un asino robusto, accovacciato tra un doppio recinto. Si alzò dunque, passò il fiume e si diresse verso le montagne di Gàlaad. Ma risposero: «Non c'è stata qui nessuna prostituta». - Questa, che è la parte centrale e più lunga del Genesi, ci presenta i progenitori degli Ebrei, emigrati di Caldea verso le regioni mediterranee, andar da nomadi errando per il paese che fu poi la Palestina, con temporanee escursioni nei paesi limitrofi. 17 Ma egli rispose: «Lungi da me il far questo! 16 Dan giudicherà il suo popolo come ogni altra tribù d'Israele. 28 Giacobbe fece così: terminò la settimana nuziale e allora Làbano gli diede in moglie la figlia Rachele. Riprese Rachele: «Ebbene, si corichi pure con te questa notte, in cambio delle mandragore di tuo figlio». 15 E così benedisse Giuseppe: i miei padri Abramo e Isacco, il Dio che è stato il mio pastore da quando esisto fino ad oggi, 16 l'angelo che mi ha liberato da ogni male, benedica questi giovinetti! 1 Abramo prese un'altra moglie: essa aveva nome Chetura. 21 Il Signore Dio fece all'uomo e alla donna tuniche di pelli e le vestì. Ivi, per colmo di sventura, non ostante la sua rara abilità ed onestà, anzi a cagione indiretta di esse, è buttato a languire in una prigione. 16 Caino si allontanò dal Signore e abitò nel paese di Nod, ad oriente di Eden. 24 Arpacsad generò Selach e Selach generò Eber. 22 Presto, fuggi là perché io non posso far nulla, finché tu non vi sia arrivato». 18 A Enoch nacque Irad; Irad generò Mecuiaèl e Mecuiaèl generò Metusaèl e Metusaèl generò Lamech. 50 Se tu maltratterai le mie figlie e se prenderai altre mogli oltre le mie figlie, non un uomo sarà con noi, ma bada, Dio sarà testimonio tra me e te». Secondo la tradizione ebraica e cristiana, prima della diffusione del metodo critico applicato alla Bibbia, il libro della Genesi sarebbe stato scritto da Mosè in persona nel deserto e fu completato nel 1513 a.C. Questa opinione è mantenuta tuttora da alcune confessioni religiose cristiane più legate all'interpretazione letterale del testo biblico e dall'ebraismo ortodosso 16 Giuda disse: «Che diremo al mio signore? Ḥōrim) in Palestina, spiegataci soltanto dalle recenti scoperte; ricorda popoli scomparsi, riporta nomi di città poi cambiati, ritrae costumanze e istituzioni cessate. Per questo lo chiamò Giuda. Vi è inserita una breve notizia sull'eroe babilonese Nemrod e sull'origine delle città della valle del Tigri. 13 Lia disse: «Per mia felicità! 41 Esaù perseguitò Giacobbe per la benedizione che suo padre gli aveva dato. 18 Ma quegli uomini si spaventarono, perché venivano condotti in casa di Giuseppe, e dissero: «A causa del denaro, rimesso nei nostri sacchi l'altra volta, ci si vuol condurre là: per assalirci, piombarci addosso e prenderci come schiavi con i nostri asini». Essi annuirono. 8 Se egli diceva: Le bestie punteggiate saranno il tuo salario, tutto il gregge figliava bestie punteggiate; se diceva: Le bestie striate saranno il tuo salario, allora tutto il gregge figliava bestie striate. Questa stele della tomba di Rachele esiste fino ad oggi. Egli disse a suo padre: «Benedici anche me, padre mio!». 58 Chiamarono dunque Rebecca e le dissero: «Vuoi partire con quest'uomo?». 12 Giacobbe rivelò a Rachele che egli era parente del padre di lei, perché figlio di Rebecca. 8 Poi il Signore Dio piantò un giardino in Eden, a oriente, e vi collocò l'uomo che aveva plasmato. Con la produzione della luce e dell'alterna vicenda di luce e tenebre si chiude il primo giorno. 12 Ma egli disse loro: «No, voi siete venuti a vedere i punti scoperti del paese!». 15 In questo modo sarete messi alla prova: per la vita del faraone, non uscirete di qui se non quando vi avrà raggiunto il vostro fratello più giovane. 4 Ada partorì ad Esaù Elifaz, Basemat partorì Reuel, 5 Oolibama partorì Ieus, Iaalam e Core. 39 Allora suo padre Isacco prese la parola e gli disse: sarà la tua sede e lungi dalla rugiada del cielo dall'alto. 10 Zilpa, la schiava di Lia, partorì a Giacobbe un figlio. 1 Quindi Giacobbe chiamò i figli e disse: «Radunatevi, perché io vi annunzi quello che vi accadrà nei tempi futuri. Così si spiega la calata di tutta la stirpe d'Israele in Egitto. Potrebbe diventare la prima prova concreta dell’esistenza di una civiltà antica altamente avanzata. 3 Poi alziamoci e andiamo a Betel, dove io costruirò un altare al Dio che mi ha esaudito al tempo della mia angoscia e che è stato con me nel cammino che ho percorso». 46 Subito essa calò l'anfora e disse: Bevi; anche ai tuoi cammelli darò da bere. 7 Noè entrò nell'arca e con lui i suoi figli, sua moglie e le mogli dei suoi figli, per sottrarsi alle acque del diluvio. Abram aveva settantacinque anni quando lasciò Carran. 26 Tutte le persone che entrarono con Giacobbe in Egitto, uscite dai suoi fianchi, senza le mogli dei figli di Giacobbe, sono sessantasei. 6 Trascorsi quaranta giorni, Noè aprì la finestra che aveva fatta nell'arca e fece uscire un corvo per vedere se le acque si fossero ritirate. 19 Questa è la discendenza di Isacco, figlio di Abramo. 27 Gli Israeliti intanto si stabilirono nel paese d'Egitto, nel territorio di Gosen, ebbero proprietà e furono fecondi e divennero molto numerosi. La cosmogonia (Gen., I). Rispose: «Non lo farò, per riguardo a quei quaranta». 15 Vennero dunque a Noè nell'arca, a due a due, di ogni carne in cui è il soffio di vita. 11 Vi lascerete circoncidere la carne del vostro membro e ciò sarà il segno dell'alleanza tra me e voi. Allora le posi il pendente alle narici e i braccialetti alle braccia.

Atti Giudiziari Codice 785 Forum, Test De Sternberg, Maurizio Barendson Causa Morte, Strutture Che Accettano Bonus Vacanze Campania, Tolo Tolo Altadefinizione Senza Limiti, Avanzamento Ruolo Sovrintendenti, Ovipari Vivipari E Ovovivipari Scuola Primaria, Pascoli E La Rivoluzione Industriale, Quaderni Operativi Scuola Primaria Giunti, Stipendio Carriera Prefettizia,