lo sport nell'antichità


Nel 1740 Thomas Carlisle corse in un’ora Km 17,300  quando nel Regno Unito la noble art del pugilato ( senza guantoni e con combattimenti ad oltranza) ,faceva furore e nello stesso periodo molta gente si riversava negli ippodromi per applaudire non più  arcaici aurighi  ma autentici fantini. if ( -1 !== navigator.userAgent.indexOf('Safari') && -1 === navigator.userAgent.indexOf('Chrome') ) { "name": "Cultura" "@id": "https://www.lanostravoce.info/lo-sport-nellantichita-iiparte/", La concezione dello sport nell'antica Roma però non rifletteva la predilezione della cultura greca per le attività atletiche non professionali, per gli agoni (ἀγῶνες), gare incruente riguardanti non solo lo sport ma anche diversi campi delle attività umane, dove il vincitore riceveva un premio per aver dimostrato, secondo la mentalità greca, le sue superiori doti fisiche e morali. Fin dall’antichità lo sport è sempre stato praticato degli uomini, basti pensare all’antica Grecia e alle sue olimpiadi nelle quali venivano praticati sport che tuttora esistono come il pugilato, il salto in lungo, il lancio del giavellotto ecc. window.dataLayer = window.dataLayer || []; Nel secolo dodicesimo , forse si tratta di una leggenda, i monaci  cluniacensi  si dilettavano con racchette di corda  e palline di stracci. Le più  brave, le più  atletiche erano le ragazze che , vestite di un minuscolo perizoma , volteggiavano leggiadramente tra quelle corna terribili e su quei dorsi belluini  e sgroppanti, compiendo esercizi ritmici di grande bellezza e armonia.Stupefatte testimonianze di viaggiatori egizi, che avevano relazioni commerciali  con Creta o erano in viaggio di piacere (ci si muoveva assai più  diquanto oggi si creda tremila anni fa) confermano la straordinaria bravura tecnico- stilistica  e il coraggio indomito  delle formidabili ginnaste cretesi. .wpb_animate_when_almost_visible { opacity: 1; }. La cultura romana, come quella ellenistica, celebrava l'esaltazione della competizione fisica. La parola inglese sport è sinonimo di divertimento, svago, passatempo. Di solito gli uomini gettati in pasto ai leoni erano dei condannati a morte. Giavellotto: Johannesburg  Vasenius, Finlandia, m.36,60 nel 1884. this.header_color = ''; Lo sport ebbe in tutta la Grecia antica un valore contemporaneamente sociale, rituale e politico di assoluta rilevanza. di scivolosissimo olio ed erano ammesse le testate. Le corse delle bighe e delle quadrighe si disputavano ovunque ma avevano il loro tempio più grandioso  nel Circo Massimo che era per quel tempo di dimensioni, Ricalcate sulla falsariga delle corse dei carri dei Greci, erano molto più. Quest’ultima disciplina era spesso disputata anche singolarmente, ed era considerata lo sport che esaltava le qualità umane. Incontreremo Marco Belinelli, Giornata dello Sport con Festivaldeigiovani® e Nike. Se i più importanti atleti attuali lanciano, ad una distanza di circa 70 metri, i più grandi campioni ellenici non arrivavano. if ( -1 !== navigator.userAgent.indexOf('Mac OS X') ) { background: linear-gradient(to bottom, #000000 0%, #000000 100%); if ( navigator.userAgent.indexOf("Edge") > -1 ) { .td-menu-background:before, this.td_current_page = 1; // Da Olimpia ai giochi moderni . In una funesta occasione, nell’imponente ippodromo bizantino, le due parti vennero alle mani. Il celebre poeta Pindaro ( 518-430 )  così  amava definire i giochi: “Come nulla nell’ universo supera il fulgore del  Sole, nulla supera in nobiltà  la vittoriala vittoria di Olimpia”. L’ atroce ” pollice verso”, che decretava senza appello la morte di un disgraziato, scattava di rado, anche in presenza degli imperatori più crudeli e delle folle più esagitate. In Messico, precisamente nello Yucatàn,  i Maya inventavano una specie di pallacanestro  e forse anche di pallavolo , sport decisamente innocui. Esse precedettero in chiave sportiva molto più elevata  i cowboys e le cowgirls dell’ ottocento americano, i Buffalo  Bill e le Calamity  Jane che non i primi toreri  spagnoli del Cinquecento. I record degli atleti moderni oscillano intorno ai 18 metri.Il lancio del disco, classicissimo, immortalato da Mirone nel discobolo, si praticava da una pedana rialzata in terra battuta e doveva essere eseguito  da fermo, con la semplice torsione della parte superiore del corpo.L’ attrezzo , di peso simile a quello in uso oggi (Kg 1,923 contro kg 2), era però assai più ostico da scagliare  perché  piatto, di diametro  vicino ai 30 centimetri e dal bordo quasi tagliente. this.td_filter_value = ''; //current live filter value return tdLocalCache.data.hasOwnProperty(resource_id) && tdLocalCache.data[resource_id] !== null; Le collisioni erano frequenti e provocavano danni sia ai cavalli che agli aurighi. var td_magnific_popup_translation_tPrev="Precedente (Freccia Sinistra)"; che percorrevano  distanze di circa dieci chilometri. La lotta era resa penosa dal fatto  che i corpi nudi degli atleti erano cosparsi di scivolosissimo olio ed erano ammesse le testate.Con il passare del tempo i giochi diventarono meno cruenti ed il programma  dei atletica  si arricchì dei salti e dei lanci che però si svolgevanoili con modalità  diverse  dalle attuali. Sempre più spesso ascoltiamo rimpiangere quanto fosse pulito lo sport del passato. “LO SPORT è salute”: abbiamo sentito spesso queste parole. var td_magnific_popup_translation_tNext="Successivo (tasto freccia destra)"; Acconsento. Catalogo della mostra (Mendrisio, 12 settembre 2009-10 gennaio 2010) PDF online - Facile! filter: progid:DXImageTransform.Microsoft.gradient( startColorstr='#000000', endColorstr='#000000', GradientType=0 ); Il 26 agosto 1665, a Londra, Sir Arcibald Glover di  Nottingham fu cronometrato sul miglio, m.1609,34,  in 4’58” e mezzo, primo exploit atletico al di fuori e al di sopra di ogni polemica, perché finalmente cifrato e codificato.Nel 1740 Thomas Carlisle corse in un’ora Km 17,300  quando nel Regno Unito la noble art del pugilato ( senza guantoni e con combattimenti ad oltranza) ,faceva furore e nello stesso periodo molta gente si riversava negli ippodromi per applaudire non più  arcaici aurighi  ma autentici fantini.È  invece del 1806  il più antico risultato tecnico che si conosca per una corsa di velocità  pura, le 200 yards (m.182,88): 20″ netti  di Peter  Cook.Facendo un passo indietro, nel 1760,  ci troviamo di fronte ad un risultato di eccezionale interesse per il nome di chi lo consegu. this.td_column_number = ''; Secondo Procopio da Cesarea, quindicimila cittadini furono uccisi dai soldati per dare l’esempio. ancora oggi ), doma di cavalli bradi, esercizi di destrezza con l’ ascia bifronte . A  West Point, in quell’anno , il ventottenne colonnello George Washington, futuro eroe dell’indipendenza americana e primo presidente degli  Stati  Uniti, salto’ in lungo 22 piedi e  3 pollici, pari a m. 6,78, inaugurando così  la cronologia del record mondiale moderno della specialità .Una tale prestazione dimostra  che il futuro presidente possedeva un talento naturale straordinario.Ma , a questo punto, lo sport ,come noi lo intendiamo e vogliamo che sia, era finalmente esploso, di qua e di la’ dell’ Atlantico, per merito di gente  che parlava inglese.A conclusione di questo excursus per curiosità  dobbiamo evidenziare che non furono gli inglesi e nemmeno gli americani a dare nuova vita ai due più  classici esercizi atletici  dei Greci, il lancio del disco ed il lancio del giavellotto. Related Subjects: (3) Athletics -- Greece -- History -- Exhibitions. var user_agent = navigator.userAgent.toLowerCase(); Angeli Bernardini P., Le donne e la pratica della corsa nella Grecia antica, in “Lo sport in Grecia”, Bari, 1988. } "; La donna nello sport Introduzione. Deriva dal francese desport e significava inizialmente "svago, divertimento". var tds_more_articles_on_post_time_to_wait=""; "name": "Lo sport nell’Antichità (II°Parte)" Secondo la definizione fornita da Wikipedia: “il doping (in lingua italiana drogaggio) consiste nell’uso di una sostanza o di una pratica medica a scopo non terapeutico, ma finalizzato al miglioramento dell’efficienza psico-fisica durante una prestazione sportiva (gara e/o allenamento), sia agonistica sia non agonistica, da parte di un atleta” Nel senso più ampio del termine si tratta quindi di un comportamento sleale e scorrettoche allarga il significato ai concetti di imbroglio, truffa, inganno. Non si ferma la controffensiva posta in essere dal Comando Compagnia dei Carabinieri di Solofra per il contrasto ai reati predatori. "item": { Questo sito web è di proprietà e gestito da BuzzIdea. Lanostravoce.info, quotidiano di libera informazione online sull’Irpinia e sul Sannio. Le arene, così come i teatri, erano chiuse, sprangate;  c’erano le giostre, i tornei, i  palii ma erano riservati esclusivamente alla classe nobiliare o d’alta. Il pubblico amava specialmente il pugilato perché  lo si praticava con il ” cesto” che, anziché attenuare i colpi come  e’ compito degli attuali guantoni, li rendeva pesanti come mazzate. "name": "Home" Gli scritti di Galeno certamente influenzarono, nella seconda metà del 1.500, Mercuriale. Già nella preistoria troviamo delle attività umane che possono assomigliare agli sport di oggi, ovviamente non con il significato odierno. Sia come sia, alla fine della dinastia dei medici, il calcio fiorentino, lontano. Notevole importanza rivestirono per secoli  anche i Giochi Istmici , Pitici e Nemei , a loro volta più  bellicosi che “sportivi”, almeno nel senso moderno del termine e comunque ispirati  alla più  ampia slealtà . Le  Olimpiadi , abolite dall’ imperatore  Teodosio nel 393 dopo Cristo, non furono la sola manifestazione sportiva del mondo classico. Questo perché  i ricchi impresari delle scuderie dei gladiatori teneva a conservarli il più a lungo possibile. Se i Minoici di  Creta  fecero  dei tori il loro sport nazionale, i Micenei, predecessori dei  Greci  e contemporanei di Omero, inventarono nientemeno che  le olimpiadi , risorte  a nuova vita solo nel  1896 grazie alla caparbietà del barone  Pierre  De Coubertin dopo  1503 anni di interruzione.Non è  assolutamente vero  ( lo ha dimostrato  Heinrich  Schliemann, lo scopritore di   Troia ,  e in seguito tanti altri) che le prime  furono celebratenella città  sacra di  Olimpia, da cui il loro nome, nell’ anno 776  avanti Cristo. by. htmlTag.className += ' td-md-is-iemobile'; Lo sport non è sempre stato aperto a tutti. bassi istinti delle masse ma per fortuna costituivano uno spettacolo assai raro proibito dagli imperatori più illuminati come Marco Aurelio. var tds_smart_sidebar=""; Gli studi, le opinioni, le scoperte riguardanti l’attività fisica e lo sport continuarono nei secoli successivi, tanto che le radici della moderna fisiologia del lavoro muscolare si manifestano nel rinascimento e nell’illuminismo. Storia del calcio: lo sport nell’antichità. },{ var tds_theme_color_site_wide="#4db2ec"; I giochi del circo, nel novanta per cento dei casi, non avevano  nulla a che fare. var tdDateNamesI18n={"month_names":["Gennaio","Febbraio","Marzo","Aprile","Maggio","Giugno","Luglio","Agosto","Settembre","Ottobre","Novembre","Dicembre"],"month_names_short":["Gen","Feb","Mar","Apr","Mag","Giu","Lug","Ago","Set","Ott","Nov","Dic"],"day_names":["domenica","luned\u00ec","marted\u00ec","mercoled\u00ec","gioved\u00ec","venerd\u00ec","sabato"],"day_names_short":["Dom","Lun","Mar","Mer","Gio","Ven","Sab"]}; Nell’ isola del  Minotauro tutti impazzivano  nell’assistere  alla lotta degli uomini con  i tori che non erano  come quelli che conosciamo oggi di  quattro o cinquecento chili al massimo e con le corna mozze,  facili prede dei danzanti e mobilissimi matadores.I tori s di Creta erano uri  giganteschi pesanti più  di una tonnellata dotati di una forza d’ urto possente per il loro peso  e muniti di corna tali da squartare un elefante. Sintetizzarono il tutto nella lingua e nella pratica latina. L’ ultima delle prove atletiche, composita perché ne comprendeva cinque, era il pentatlon: corsa di velocità , salto triplo, lanci del disco e del giavellotto, lotta. La seconda è quella finale, che ha come scopo l’intrattenimento del pubblico e la competizione tra i vari atleti professionisti. Lo Sport nell’Antichità 08/06/2019 08/06/2019 ebookgratuitiperte 0 Commenti. var td_get_template_directory_uri="https:\/\/www.lanostravoce.info\/wp-content\/themes\/nostravoce"; "item": { con lo sport, riducendosi spesso ( tranne che nel monumentale Colosseo ) a esibizione di mangiatori di spade e di fuoco, orsi ed altri animali ammaestrati, lazzi di gnomi  etc.. Di sportivo , ma sempre con il beneficio  dell ‘ inventario, restavano solo le lotte. "position": 3, tdLocalCache.data[resource_id] = cachedData; this.atts = ''; Se si clicca per procedere al sito, si accetta il nostro uso dei cookie. } var td_magnific_popup_translation_tCounter="%curr% di %total%"; R LEGGERE LA I° PARTE CLICCARE IL LINK SOTTOSTANTE: Nell’isola di Creta, durante la civiltà  Minoica, distrutta all ‘improvviso  da un immane maremoto  nel  1450 a.C.  circa, lo sport vero era conosciuto  e applaudito dalle folle una specie di rodeo. tra i gladiatori che , al contrario di come comunemente si crede, non erano necessariamente un massacro. I Carabinieri della Stazione di Avellino hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria un trentenne di Palma Campania, ristretto in comunità terapeutica. Le più  brave, le più  atletiche erano le, ragazze che , vestite di un minuscolo perizoma , volteggiavano leggiadramente, tra quelle corna terribili e su quei dorsi belluini  e sgroppanti, compiendo esercizi, Stupefatte testimonianze di viaggiatori egizi, che avevano relazioni commerciali  con Creta o erano in viaggio di piacere (ci si muoveva assai più  di. var td_animation_stack_general_selectors=".td-animation-stack img, .td-animation-stack .entry-thumb, .post img"; Ottimi record per la Belle Époque. Incontreremo Sara Gama, Condizione della donna (ieri, oggi e domani). Così, nel '900, lo sport finisce per essere territorio funzionale alla politica e alla propaganda nazionalistica. Non è  assolutamente vero  ( lo ha dimostrato  Heinrich  Schliemann, lo scopritore di   Troia ,  e in seguito tanti altri) che le prime  furono celebrate. background: -webkit-gradient(left top, left bottom, color-stop(0%, #000000), color-stop(100%, #000000)); Ciò non bastò  a strappare  dalla mente degli  abitanti , cristianissimi, la morbosa passione per l’ippodromo.Nell’impero d’Oriente i successori dei Verdi e degli Azzurri si sarebbero contrastati ancora per diversi secoli. this.post_count = 0; //from wp body .td-header-wrap .td-header-main-menu { Le corse equestri si svolgevano nell’ippodromo ed erano di due categorie :a cavallo o sui carri. Be the first. La repressione, ordinata dal Basileus  Giustiniano e dalla Basilissa Teodora fu molto cruenta. 192 dei nostri metri  e che era interamente rettilinea. STORIA DELLO SPORT: RIASSUNTO. } "@id": "https://www.lanostravoce.info/it/cultura/", Lo sport nell'antichità protagonista di una mostra al Museo Archeologico Nazionale di Napoli Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte. background: -o-linear-gradient(top, #000000 0%, @mobileu_gradient_two_mob 100%); Lo sport nell'antica Grecia Il culto dello sport nell'antica Grecia Nell'antica Grecia l’attività fisica era parte della cultura della società , un dovere prima ancora che un piacere, per Sparta poi il discorso era ancora più serio visto che i ragazzi già dai 7 anni vivevano all'interno di un rigido regime militare. Oggi come oggi, però, sia partecipare che assistere a un avvenimento sportivo può essere tutt’altro che salutare. this.id = ''; Le donne non potevano assistere alle competizioni sia perchégli atleti gareggiavano nudi sia per non infrangere la sacralità olimpica. d’Oriente i successori dei Verdi e degli Azzurri si sarebbero contrastati ancora per diversi secoli. Nell’antichità i medici greci affermavano che una moderata attività sportiva poteva far bene alla salute. var tds_header_style=""; L'associazione Provinciale LILT Avellino - in occasione della Giornata Mondiale del Malato 2021 - vuole ricordare tutti gli ammalati di cancro. Lo sport, nell’antica Grecia, era un ambito in cui non esisteva il “fair play”. htmlTag.className += ' td-md-is-firefox'; Secondo la definizione fornita da Wikipedia: “il doping (in lingua italiana drogaggio) consiste nell’uso di una sostanza o di una pratica medica a scopo non terapeutico, ma finalizzato al miglioramento dell’efficienza psico-fisica durante una prestazione sportiva (gara e/o allenamento), sia agonistica sia non agonistica, da parte di un atleta” Nel senso più ampio del termine si tratta quindi di un comportamento sleale e scorrettoche allarga il significato ai concetti di imbroglio, truffa, inganno. in strisce di cuoio borchiate di piombi). Le regole però  venivano  fatte rispettare dai giudici perché c’era un maggior controllo  da parte degli  spettatori che parteggiavano a favore di questo o quel concorrente. Nell’Iliadedi Omero sono citati numerosi sport: pugilato, lotta, corsa a piedi, corsa con le bighe, combattimento con l’asta, lancio del disco, lan- cio del giavellotto, tiro con l’arco. Registrati sul nostro sito web elbe-kirchentag.de e scarica il libro di Gli atleti di Zeus. Nella cultura contemporanea lo sport cambia: se nell’antichità lo scopo principale era quello del divertimento e della celebrazione degli dei, ora è inteso come un vero e proprio lavoro nel quale gli atleti ricevono uno stipendio per le loro prestazioni. Nella cultura contemporanea lo sport cambia: se nell’antichità lo scopo principale era quello del divertimento e della celebrazione degli dei, ora è inteso come un vero e proprio lavoro nel quale gli atleti ricevono uno stipendio per le loro prestazioni. Lo sport, nella sua moderna accezione, ha meno di tre secoli di vita: infatti, le prime manifestazioni sportive, non riservate a pochi privilegiati e svolte secondo un preciso regolamento, risalgono al Settecento e vennero effettuate in Gran Bretagna. } Non conosceremo mai il tempo impiegato da Coroebas ma possiamo essere, certi  che un qualsiasi  moderno sprinter lo avrebbe distanziato di almeno una trentina di metri. del barone  Pierre  De Coubertin dopo  1503 anni di interruzione. Fino alle Olimpiadi  del 700 a.C.  le sole gare furono quelle podistiche;successivamente  furono aggiunte il pugilato,  la lotta ed il pancrazio ( sport da combattimento). } Sia come sia, alla fine della dinastia dei medici, il calcio fiorentino, lontano antenato del rugby  e non del football , ebbe vita brevissima.Fu solo uno sprazzo di sport autenticamente moderno, uno sprazzo, appunto, una meteora, ma il seme dello sport come lo intendiamo noi era ormai stato gettato. "@type": "ListItem", htmlTag.className += ' ie11'; A parte ogni altra considerazione ad Olimpia  e fuori  di Olimpia si correva su piste di sabbia  che rallentavano molto la corsa. Se i Minoici di  Creta  fecero  dei tori il loro sport nazionale, i Micenei, predecessori dei  Greci  e contemporanei di Omero, inventarono nientemeno che  le olimpiadi , risorte  a nuova vita solo nel  1896 grazie alla caparbietà. L'attività sportiva non competitiva veniva praticata prevalentemente nell'ambito delle terme come parte fondamentale di quella cultura del benessere che era un pilastro della società romana. buoni  lottatori, buoni nuotatori ( a Messina, nel duecento c’è ne fu uno così  bravo che venne chiamato Pesce ) ma sempre unicamente a titolo personale. Le pratiche motorie nell'antichità di Giovanni Lestini (4) Uno sguardo alle antiche popolazioni: Il Medio Oriente. "@type": "BreadcrumbList", Femminicidio: l’incubo fra le pareti domestiche, Al via con Festivaldeigiovani® e Nike LA GIORNATA DELLO SPORT, Giornata dello sport con Festivaldeigiovani® e Nike. Add tags for "Gli atleti di Zeus : lo sport nell'antichità". Col passare dei secoli lo sport assume altri valori, infatti in alcune tradizioni si pensa che lo sport debba essere una scuola di vita che trasmetta valori universali, come il rispetto tra compagni e avversari, e la forza di non arrendersi mai. (function(){ pugilato poiché ammetteva, oltre  ai pugni,  anche i calci e le testate. Le due categorie principali sono quella dilettantistica e quella professionistica: la prima ha come obiettivo formare e far crescere futuri campioni che entreranno a far parte della categoria dei professionisti. Nel secolo dodicesimo , forse si tratta di una leggenda, i monaci  cluniacensi  si dilettavano con racchette di corda  e palline di stracci.Da qualche secolo prima in Irlanda,  già cristianizzata, si svolgevano i giochi Tailteann, che contemplavano corse nelle brughiere, lotta uomo-uomo e uomo-ariete, lancio del palo ( si trattava proprio di un palo, alto fino al secondo piano di una casa che , nelle sagre paesane, irlandesi, gallesi e scozzesi viene lanciato ancora oggi ), doma di cavalli bradi, esercizi di destrezza con l’ ascia bifronte . background: -webkit-linear-gradient(top, #000000 0%, #000000 100%); htmlTag.className += ' ieEdge'; Qualche gioco di palla si faceva nelle  terme che , grazie all’alto. Il giovane è stato... LA NOSTRA VOCE QUOTIDIANO DI INFORMAZIONE ON LINE SULL'IRPINIA E SUL SANNIO, LaNostraVoce – Giornale on line di Alfonso Lucio Festa. L’ attrezzo , di peso simile a quello in uso oggi (Kg 1,923 contro kg 2), era però, assai più ostico da scagliare  perché  piatto, di diametro  vicino ai 30 centimetri e dal bordo quasi tagliente. Crotone salto’ secondo una tradizione un po’  leggendaria  l’equivalente  di 16,76 dei nostri metri. } },{ Fra le antiche civiltà lo sport assunse molta importanza fra gli Assiri: i loro re si servivano del medesimo carro da guerra per partecipare alle battute di caccia, volendo così rendere manifesta a tutti l'alta considerazione tributata alle attività sportive.

Lettera Ad Amici, Orso Per Bambini Giochi, Nomi Unisex Per Animali, Lettera Ad Amici, Calcolo Tan E Taeg Formula, Port Forwarding Fritz!box 7530, Sparatoria Oggi Catania, Alessandro Preziosi Dove Abita,